Andalusia 

         

  di Angelo Salvi 
 

 

………mani che si alzano al tuo passaggio mentre un’altra vespa ti sorpassa e vedi tuo cugino che sorride con la sua schiena rotta ED OCCHI INFUOCATI DALLA BELLEZZA CHE STIAMO osservando sulla Sierra…………E’ bello sondare percorsi impossibili con la consapevolezza che il viaggio continua per sempre su strade assolate di questa parte di Spagna piena di Flamenco e ragazze maliziosamente amichevoli.………….Esy stà dietro…….con la sua macchina fotografica ad immortalare pensieri e visioni che commenteremo al nostro ritorno……..Jamil l’unico non vespista con il suo majesty che pensa alla sua bella ascoltando Pino Daniele con kilometri macinati a 80 allora……….E’ il viaje……..tanto sospirato e amato viaje……….lontani anni luce da coloro che non si sono mai seduti su una sella stracarica di bagagli e pensieri……..okki……..e favolosi lucidi arrembaggi a tutto l’imperdibile che si snoda dietro di noi……..La vespa và…………con una riga inframmezzata che ti indica sorpassi e spericolate curve…….mentre un tir ti fa sobbalzare di lato con una siepe a due centimetri……..La gente al nostro passaggio urla…….ci saluta…..pensando a cinque marziani del ’68 catapultati in uno spazio senza luogo e senza tempo……..Abbiamo tutti 30 anni…….quell’età indefinita dove vorresti uccidere l’adolescenza che ancora aleggia in te per far spazio all’adultità del nostro secolo…..precaria e grigia come le cravatte che vedi nelle banche…..”Noi noooo”…..riusciamo ancora a gridare dalle nostre vespe…perchè altri viaggi sono ancora possibili ed immaginabili…. perché 400 kilometri di curve tra montagne di deserto valgono di più che qualsiasi villaggio o comoda crociera……..Guardo ancora Esy…….è felice nella sua andatura e nelle sigarette che ogni tanto mi accende…….quasi pensando a dei piccoli Don Chisciotte che vagano alla ricerca di diabolici mulini a vento……..Non so…..mi sento bene……sento che potrei ancora percorrere migliaia di Kilometri…….anche se fossi a Terracina invece che vicino a Gibilterra………..Ma vago…….vago ancora……..il tempo delle riflessioni avverrà quando pochi malinconici KM mi allontaneranno dal triste ritorno……